ANDREA SALVETTI

Nato in provincia di Lucca il 17 agosto 1967. Vive e lavora a Lucca nella campagna vicino alle Alpi Apuane . Nel suo studio di scultura e design aperto nel 1991, realizza opere , anche di grandi dimensioni, usando molti materiali e tecnologie diverse con particolare attenzione per i metalli da fusione. Lavora personalmente anche in officina e coltiva la convinzione del saper fare facendosi portatore sano e testimone del principio dell' autoproduzione. La sua attività interessa varie tematiche muovendosi in uno spazio interdisciplinare molto ampio tra scultura , design, architettura, performance, cucina e le opere che ne derivano spesso faticano a riferirsi e affrancarsi ad uno solo di questi settori tendendo piuttosto a unirli in senso orizzontale. In questi anni sono molti i progetti autoprodotti in collaborazione con gallerie d' arte e design in Italia e all' estero, è facile ricordare l' ALBERO , L'APPARITA, MAZZOLIN DI FIORI e le collaborazioni con Dilmos, Nilufar, Moss. Durante tutto questo periodo di produzione incessante le sue opere sono state esposte e presentate in svariate sedi di tutto il mondo e pubblicate in molte riviste di tutti i settori. Electa pubblica nel 2007 la monografia “Terra-Terra “. Ha partecipato alla “48 Biennale d' Arte di Venezia “ esposto al Focke Museum Bremen, alla Triennale di Milano e allestito mostre personali e istallazioni in eventi colletivi in molte sedi di fama internazionale come , Design Miami Basel, PAD Paris , Artefiera , ArtCurial e Sothebye's .

Andrea was born near Lucca on the 17th August 1967. He lives and works in the hills of the Apuan Alps near Lucca. He works in his sculpture and design studio, opened in 1991, using a host of different materials and technologies, paying particular attention to fusion metals. Andrea not only designs but plays an active role in the creation of his artwork in his studio, believing in the testimony of his own work. His interests span across different themes and disciplines, from sculpture, design, architecture, performance and cookery. This eclecticism moves descriptions of Andrea's work beyond straightforward definitions to a broader illustration of interconnected styles and disciplines. In the last few years, Andrea has produced a number of works in collaboration with art and design galleries both in Italy and abroad, such as Albero, Apparita, Mazzolin di fiori, with Dilmos, Nilufar and Moss. His pieces have been exhibited throughout the world in a variety of venues and contexts and have featured in numerous publications across a whole range of subjects. Electa published the "Terra Terra" monograph in 2007. He took part in the 48th Biennale d'arte di Venezia, exhibited works at the Focke Museum in Bremen and has held both solo and collective exhibitions and installations at Design Miami, Basle; PAD, Paris; Arte e fiera; ArtCurial and Sotheby's.